Casi di contatto stretto: compartecipazione delle spese da parte del comune

Per coloro che effettueranno il tampone presso strutture private

18/11/2020  - 241 letture     Segreteria

Un operatore raccoglie il tampone in una provetta

Con deliberazione di G.C n. 55 del 13 novembre 2020, per minimizzare i rischi connessi alla diffusione del virus, il comune ha deciso di compartecipare alle spese che tutti i cittadini, inseriti nel portale di ATS come “contatto stretto di caso o contatto stretto”, sosterranno per effettuare il tampone naso-faringeo volto a diagnosticare la positività al covid-19.

Sarà possibile effettuare l'esame in un qualsiasi laboratorio accreditato, previa indicazione del medico curante e solo se non si sia stati contattati per lo stesso dal sistema sanitario.

La misura è valida per tutti coloro che hanno eseguito il tampone (“contatto stretto di caso o contatto stretto”) da martedì 27 ottobre in poi (scadenza 31 dicembre 2020).

Il Comune rimborserà il 50% della fattura esibita dai residenti (nella misura max di euro 35,00 per ciascun tampone), a seguito di apposita domanda.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 domandadoc - 270,50 kb18/11/2020 10:06:12
 domandapdf - 126,45 kb18/11/2020 10:06:12

Condividi:


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto